Al MIFF il premio dedicato alla baronessa Luigia Sipione

Ad idearlo la regista Annarita Campo direttrice artistica del festival cinematografico

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 16/11/2018 in Musica e spettacolo da Antonietta Deluca
Condividi su:
Antonietta Deluca
Nella foto: La N.D. Luigia Sipione

La regista Annarita Campo, direttrice artistica del “Milazzo International Film Festival”, ha istituito il premio dedicato alla memoria della zia, la Baronessa Luigia Sipione.
La Sipione che è scomparsa lo scorso mese di aprile era un’insegnante di scuola materna ormai da tantissimi anni in pensione.
Figlia del barone Sebastiano Sipione, nonno della regista Campo, è stata insignita della Medaglia d’oro dal Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro e dall’allora Presidente del Consiglio dei Ministri, Enrico Berlinguer.
La Sipione oltre ad avere un’importante famiglia dietro le spalle legata alla storia della Sicilia ed a parentele di elevata fama, tra cui il Marchese Strarabba di Rudinì, Presidente del Consiglio Italiano, ha purtroppo una triste storia dietro.
L’anziana infatti è stata vittima di una coppia che conosceva che l’ha derubata di tutti i suoi beni più preziosi: gioielli, pellicce, etc. facendole passare inoltre momenti drammatici per percosse e maltrattamenti subiti.
Fu proprio la regista Campo che con il suo intervento salvò l’anziana donna.
Bellissima iniziativa della Campo che mostra ancora una volta la gentilezza del suo animo e la persona che è realmente.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password