Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Emma Marrone si commuove a L'Intervista di Maurizio Costanzo

L'artista si mette a nudo, parlando di ex, famiglia e malattia

Condividi su:

Emma Marrone a L'Intervista da Maurizio Costanzo si apre e si commuove. La cantante salentina parla della famiglia, dell'amore, degli ex, ma anche della sua malattia e di quel che sogna per il suo futuro, figli compresi.

Emma Marrone inizia spiegando a Maurizio Costanzo di come il tumore abbia rischiato di compromettere la sua esistenza. "Il dolore peggiore è arrivato quando, a 23 anni, dopo aver prodotto un album con una band con tanti sforzi e piccoli risparmi, in seguito ad un ingaggio per una tournée italiana, a un certo punto ho iniziato a non stare bene, scoprendo poi di avere un problema di salute che tutti conoscono: quella è stata una batosta seria perché sono stata costretta ad abbandonare questo tour e iniziare questi viaggi della speranza a Roma", afferma.

Ad introdurre l'argomento un filmato che parla proprio della malattia, Emma Marrone a L'Intervista chiede di stopparlo: "Non voglio più leggere quella parola, invito sempre alla prevenzione ma non voglio più parlarne. Ogni volta che so di dover fare un controllo vado fuori di testa, non voglio parlare ancora di questo tema", sottolinea.

A seguire la cantante parla della sua famiglia e della nonna, con la quale ha un legame viscerale. Gli occhi le diventano lucidi: i suoi sono l'universo a cui non rinuncerebbe mai. Poi la carriera. Amici le ha aperto le porte del successo. "Credo che ce l'avrei fatta anche senza Amici, prima o poi, ma sarebbe stato molto più difficile, perché oggi quasi più nessuno va ad ascoltare i gruppi nei locali, vengono nei talent", afferma sicura. "Io percepisco che il pizzico di polemica in più lo trovo sempre su Amici, perché quelli che escono da X Factor non vengono additati allo stesso modo", precisa a Maurizio Costanzo.

Il desiderio di essere mamma: "Non adesso, devo trovare un compagno. Vorrei sicuramente avere dei figli con un compagno che amo e che stimo, ma non per questo giudico le donne che a un certo punto della loro vita hanno deciso di avere un figlio pur senza un compagno. Personalmente sento di essere portata per avere un figlio, mi piacerebbe molto, ma fare un figlio richiede molto coraggio. Spero di lasciare qualcosa di me, di essere chiamata mamma un giorno. Arriverà, forse. Ma al momento sono chiusa per ferie: pensiamo a trovare il compagno". Emma aggiunge: "Adesso è un po' che sono sola e certo, molte volte, avrei voglia di tornare a casa e trovare un compagno, o non dover tenere la luce accesa per dormire, ho paura del buio".

Arrivano ovviamente le domande sugli ex. Maurizio Costanzo le chiede di Stefano De Martino: "Non è che ci vediamo, lui ha la sua vita e io la mia. E' sotto gli occhi di tutti che nell'ultima edizione di Amici abbiamo anche lavorato insieme. Con Marco Bocci ho un rapporto splendido e ho avuto anche il piacere di conoscere Laura Chiatti, siamo diventate molto amiche per assurdo e ho avuto anche modo di conoscere i figli Enea e Pablo, mi manda i video in cui mi chiamano zia".

Emma chiarisce: "Vorrei far passare il concetto, per l'ultima volta, che ho amato le persone con cui sono stata, ma poi le storie finiscono e non mi succede niente di diverso da quello che succede agli altri". Costanzo le domanda se Stefano per lei rappresenti una delusione. "Con grande rispetto per te, io non rispondo. Sono cose private, non direi nulla di lui così come di tutte le persone con cui sono stata", replica l'artista.

La Marrone ricorda Pino Daniele: "Ho collaborato con molti artisti di grande fama, per fortuna, ma devo dire che Pino è stato il primo a chiedermi di cantare con lui quando su di me pendeva ancora un grosso pregiudizio da parte del pubblico. Mi chiamava spesso, per chiedermi come stava, lui è stato veramente grandioso con me".

Infine il rapporto con il gossip: "Io scrivo canzoni, produco anche i miei dischi, vorrei che si parlasse più di quello che è il mio lavoro e invece molto spesso, con me più che con gli altri, si tende a parlare molto più di gossip che del mio lavoro. Rispetto il mestiere di chiunque, dai fotografi ai giornalisti, non sono avvelenata con loro, ma ci tengo a tutelare al massimo la mia vita, i miei affetti, le mie cose".

Condividi su:

Seguici su Facebook