Colonne del cabaret toscano, tre facce da schiaffi e tanta esperienza

Niki Giustini Graziano Salvadori Emiliano Buttaroni si alza il sipario della scuola di comicità Accomilab

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 09/11/2016 in Musica e spettacolo da silvia papucci
Condividi su:
silvia papucci

Arrivano tutti e tre puntuali e ritardano gli allievi, comincia cosi' la prima lezione di Accomilab, la scuola di comicità a Firenze organizzata da SPManagement ACS Arte Cultura Spettacolo.

Ancora con il fiatone si accomodano continuando tranquillamente a chiacchierare tra di loro, il bel gruppo di iscritti al corso di comicità, lasciano interdetti Niki, Graziano e Emiliano che dopo l'attimo di comprensibile smarrimento, prendono in mano la situazione dopo l'urlo " ragazziiiiiiiiiiiiiiii si cominciaaaaaaaaaaaa!!!" neanche si fosse in diretta al Grande Fratello, gridato dall'organizzazione, e finalmente si comincia.

Con nonchalance i prof. cominciano chiedendo ai ragazzi di presentarsi uno per uno sul palco per raccontare un pò di sè, mossa intelligente che porta l'atmosfera in un clima allegro e quasi familiare, tra appunti e chiacchiere Niki Giustini e Graziano Salvadori  parlano per oltre un'ora, raccontano esperienze  e insegnando cosa il palco può dare e cosa ha dato a loro, gli allievi, attenti si appuntano sul bloc notes nozioni e nomi, voraci di parole e risate.

Emiliano Buttaroni, assente alla lezione gratuita per impegni precedenti, si inserisce presentandosi al gruppo e incanta per un'altra ora di lezione rammentando personaggi comici toscani come il grande Carlo Monni, che tanto ha dato ed insegnato.

Tre facce da schiaffi che hanno saputo gestire con professionalità la prima lezione di Accomilab, tra momenti di ascolto e risate si arriva veloci al termine della lezione.

<cercheremo di mettere la nostra esperienza a disposizione di chi vorrà seguirci con impegno> dicono Graziano Salvadori e Niki Giustini

 < dobbiamo far capire ai ragazzi che la comicità è un mondo pieno di stuio e personaggi diversi tra loro, ma con un unico scopo, far ridere la gente, e chi pensa che sia facile è bene ne stia fuori> aggiunge Emiliano Buttaroni.

< Anche solo acoltando si insegna e si impara, abbiamo l'opportunità di insegnare che la vita è un grande palcoscenico, basta saperlo affrontare la giusta ironia> concludono insieme.

Appuntamento Giovedi' 10 Novembre con Claudio Zucca, attore, autore e direttore dell'Accademia del Comico, per altre due ore di lezione.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password