Venier ignora le norme anti-Covid. Il Consigliere Laganà: "Quel non me ne frega niente su Rai1 è inaccettabile"

pubblicato il 28/06/2020 in Mediatech da Marco Zonetti
Condividi su:
Marco Zonetti
Mara Venier e Romina Power a Domenica In

Mara Venier conduttrice di Domenica In, programma in onda sulla Rai1 guidata da Stefano Coletta e pagata dal canone, ha ignorato deliberatamente le norme anti-Covid durante la diretta del programma. Accogliendo l'amica Romina Power in studio, infatti, la conduttrice l'ha abbracciata e baciata, sottolineando per giunta: "Non me ne frega niente che non dobbiamo abbracciarci".

Stessa condotta ha tenuto con Loretta Goggi, e quest'ultima con la Power. Congedandosi, la cantante di Felicità è poi tornata ad abbracciare e baciare la Venier, che ha rincarato: "Ormai ci abbracciamo tutti".

Il paradosso è che, poco dopo, la conduttrice si è collegata con il Professor Le Foche, che - riguardo al Coronavirus e all'emergenza Covid-19 - ha ribadito la necessità di "stare attenti" (anche in vista dei nuovi focolai scoppiati in diverse zone d'Italia). E proprio nel giorno della commemorazione ufficiale delle vittime del virus alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. 

La nostra impressione è che, mancando una guida degna di questo di nome da parte dei vertici Rai, e alludiamo non soltanto al direttore di Rai1 Stefano Coletta - anch'egli, almeno provvisto di mascherina, in studio a celebrare e ad abbracciare la Venier - ma anche all'Ad Fabrizio Salini, ciascuno faccia un po' come gli pare e piace. Mara Venier considera il salotto di Domenica In come il proprio e lo occupa come se fosse tale. Peccato che si tratti di Servizio Pubblico pagato dal canone dei cittadini e che, soprattutto, una conduttrice che presenta un programma domenicale con molti milioni di spettatori dovrebbe essere consapevole dell'influenza che ha sul comportamento di chi la guarda. Essere rispettosi delle norme e delle leggi è un tema che riguarda tutti e a maggior ragione per chi sta in video.

Cosa ne pensano i vertici Rai? Tutto finirà di nuovo a tarallucci a vino, come ultimamente accade a Viale Mazzini in occasione di controversie anche gravi, o vi saranno delle conseguenze? Attendiamo sviluppi. 

Intanto, Il Consigliere di Amministrazione Rai in quota dipendenti Riccardo Laganà ha stigmatizzato aspramente l'accaduto dichiarando sui suoi profili social: "Quel "non me ne frega niente"su RAI1 è inaccettabile. Per le colleghe e i colleghi che lavorano e rischiano in quella (ed altre) Produzioni nei CPTV e Sedi Regionali ed anche per tutti/e coloro che correttamente, fuori e dentro la RAI, rispettano le leggi necessarie al contenimento della Pandemia Covid19". 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password