Ascolti Tv, Renzi fa volare Piazza Pulita. Anzaldi (Iv): "Perché i cittadini devono pagare il canone alla Rai, dove parlano solo Conte, Salvini e Di Maio?"

Corrado Formigli batte il record stagionale Auditel con il leader di Italia Viva "censurato" dalla Rai

pubblicato il 24/04/2020 in Mediatech da Marco Zonetti
Condividi su:
Marco Zonetti

Matteo Renzi ospite in una lunga diretta con il conduttore Corrado Formigli e Antonio Padellaro del Fatto Quotidiano ha fatto registrare il record stagionale per Piazza Pulita. Il programma in onda in prima serata su La7 è arrivato infatti a sfiorare il 7% di share con 1.532.000 spettatori. L'ex Premier nonché fondatore di Italia Viva ha risposto alle domande di Formigli sulla Fase 2 dell'emergenza Coronavirus, esponendo la sua opinione su rischi e vantaggi della riapertura progressiva del Paese.

Il risultato Auditel di Piazza Pulita non è ovviamente sfuggito al Segretario della Vigilanza Rai nonché deputato di Italia Viva Michele Anzaldi, che già in tempi non sospetti ha sempre evidenziato - come del resto l'autore di questo articolo - il ruolo di "Servizio Pubblico" che spesso assolve La7, eclissando non poche volte la Rai.

Scrive l'On. Anzaldi su Twitter, tornando alla questione della "censura" di Matteo Renzi e del suo partito nei notiziari Rai: "Record stagionale per @PiazzapulitaLA7 con Matteo Renzi ospite. Mentre la Rai cancella Italia Viva in tutti i tg, La7 fa informazione e riscuote l'interesse del pubblico. Ma allora perché i cittadini devono pagare il canone alla Rai, dove parlano solo Conte, Salvini e Di Maio?". 

L'On. Anzaldi aveva peraltro pubblicato qualche giorno fa i dati relativi agli spazi dei leader e dei partiti nei vari Tg Rai (clicca qui per leggere), sottolineando che Matteo Salvini continua a essere egemone su Rai1, eclissando perfino il Premier Conte, e che al Tg2 e al Tg3 risulta invece "primo partito" Forza Italia. Ricordiamo anche che nell'ultima riunione della Commissione di Vigilanza e nell'ultimo CdA Rai si è discusso anche dello spazio che il Tg1 offre al Ministro degli Esteri pentastellato Luigi Di Maio, tanto che la testata giornalistica diretta da Giuseppe Carboni è stata ribattezzata - e non certo scherzosamente - Giggi1.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password