Glorificazione padre Adeodato Mancini, Venerabile

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 08/07/2021 in Italia da Filippo Ortenzi
Condividi su:
Filippo Ortenzi

Glorificazione padre Adeodato Mancini

V E N E R A B I L E  

 

Si è svolto sabato 3 luglio presso un Agriturismo del Comune di Manta, un paese del cuneese limitrofo a Saluzzo,  il Rito di Glorificazione del Venerabile Leopoldo Adeodato Mancini, episcopo, morto nel 2015.

I lavori sono stati aperti dal  Presidente del Tribunale Nazionale Ecclesiastico dott. Massimo Giusio, che ha ricapitolato la procedura di glorificazione, successivamente hanno preso la parola la postulatrice Ada Cosco, giornalista e il dott. Dario Noascone di Cultura Identità postulatrice che hanno portano  le loro testimonianze  sulla vita di mons. Adeodato, del quale  hanno apprezzato le Sante virtù umane e religiose.

Ultimate le Testimonianze e dopo che  il Presidente del Tribunale Nazionale Ecclesiastico ha formulato le proprie conclusioni, il Parroco di Saluzzo, padre Stefano Garzino ha  scoperto l’icona di padre Adeodato; mons. Filippo Ortenzi, coadiuvato da padre Alessandro Frezza, ha effettuato il rito della benedizione dell’Icona. Al termine del Rito è stata letta una preghiera appositamente scritta per il Venerabile Adeodato Mancini dal nobile cav. Francesco Russo di Cortimpiano, amico di Adeodato e Gran Priore della Confraternita Templare Ugone dei Pagani nonché alla lettura dell’apposito Tomos anachirixis di Glorificazione.

Col Decreto (Tomos) di Glorificazione, il Venerabile Adeodato Mancini è stato inserito nell’agiologia e sinassario  della nostra Chiesa – ha detto l’arcivescovo Filippo –  ed il giorno dedicato a Lui è il 15 giugno, ricordo del suo ritorno alla Casa del Padre. – e dopo aver distribuito dei panini benedetti ai presenti, ha concluso dicendo: Tutti dovremo, ogni anno almeno nella  data del 15 giugno, pregare per la Sua Santa Intercessione.” 

Tomos di Glorificazione di Padre Adeodato MANCINI
(al secolo Leopoldo “Adeodato” MANCINI – 1950 – 2015)


Noi Filippo di Roma (al secolo Filippo Ortenzi), Servo dei Servi di Dio, Arcivescovo Metropolita della Chiesa Ortodossa Italiana vista la Postulazione e la successiva istruttoria, sentito
il Santo Sinodo ed il Tribunale Nazionale Ecclesiastico, effettuata ai sensi del Comma 1 del Canone n. 92 della Chiesa Ortodossa Italiana, vista la documentazione addotta, e inconsiderazione che ai sensi dei Canoni Padre Adeodato Mancini rientra, come è stato testimoniato, per virtù ed opere, tra coloro che siano meritevoli di speciale e devota venerazione, avendo dedicato la propria intera esistenza terrena alla vivificazione della fede e della vita cristiana, all’evangelizzazione, alla cura materiale e spirituale dei poveri, dei malati e dei bisognosi, alla diffusione della spiritualità ortodossa in Italia, alla speciale attenzione per la creazione di ordini, congregazioni ed istituzioni cavalleresche, alla diffusione della solidarietà, dell’unità fraterna, dello spirito ecumenico e del Santo Vangelo,
DECRETIAMO, DICHIARIAMO E PROCLAMIAMO
l’accoglimento pieno e incondizionato, in coscienza e rivolgendo con fede sincera lo sguardo nostro al Santo Vangelo, dell’inserimento col titolo di Venerabiledel Monsignore Episcopo
Padre Adeodato Mancini (1950 – 2015), riconosciuto dalla data odierna tra i Santi venerati dalla nostra Chiesa, e l’iscrizione nel calendario dei Santi il 15 giugno, giorno della sua dipartita dal mondo terreno e del Suo ritorno alla Casa del Padre.

Il rito di glorificazione è stato ripreso anche dalle emittenti televisive

Nuova TV Nazionale e RTI Canale 12

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password