Creta. Quattro chiacchiere con il tassista Theodosios Karejiannis

L'isola di Creta ricca di storie e di leggende

pubblicato il 19/11/2014 in Interviste da Desirè Sara Serventi
Condividi su:
Desirè Sara Serventi

L'isola di Creta è ricca di storie reali e di leggende. Non c'è bisogno di essere degli esperti di storia greca per poter apprezzare le meraviglie presenti sul luogo. Ho deciso di intervistare una persona che del posto conosce tutto e chi meglio di un tassista del luogo è in grado di spiegare in maniera semplice e chiara l'isola di Creta. Quindi, su e giù per il taxi in giro con Theodosios Karejiannis che ha chiacchierato e rilasciato un intervista per notizienazionali.net.

Quanti abitanti ci sono a Creta?
Seicento mila in tutta l'isola.

Quale è la stagione più frequentata dai turisti?
La stagione in cui sono presenti più turisti è sicuramente quella estiva per esattezza il mese di luglio e agosto, e vorrei precisare che qui a Creta vengono tanti turisti italiani.

Ci parla del clima?
Il clima è mite e luglio è il mese più caldo, mentre a metà agosto iniziano i venti e si abbassano le temperature.

Come è l'economia a Creta?
C'è la crisi come in tutto il Mediterraneo, a Creta però va sicuramente meglio perché c'è il turismo e l'agricoltura, e quindi tutti lavorano anche se, c'è crisi. Io sono un tassista ma coltivo anche le olive, quindi non pago per l'olio per esempio, e come me sono tanti che fanno la stessa cosa, quindi anche se non dovesse esserci il lavoro, nessuno resta senza mangiare considerando le attività di agricoltura o la produzione di formaggio per esempio.

Quale è l'attività principale dell'isola?
In primis il turismo e poi l'agricoltura.

Con l'euro come vi trovate?
L'euro è buono, ma non per il mediterraneo dove tutto è raddoppiato, anche se i nostri prezzi sono più bassi rispetto a quelli che avete voi in Italia, questo per quel concerne gli alimenti.

Il cibo caratteristico?
Pesce, carne di agnello, pollo e i vegetali.

I paesaggi di Creta da che cosa sono caratterizzati?
Indubbiamente da rigogliosi vigneti e antichi uliveti.

Lei che giri fa fare ai turisti?
Faccio visitare il palazzo di Cnosso, dove si possono ammirare i dipinti sulle mura. Poi non può mancare una tappa al palazzo Minoico di Festo, che si trova sopra la pianura di Messara e sotto il monte Ida. Poi è caratteristica la città  di Rethymnom che presenta un influenza veneziana e poi tanti altri posti.

Creta è una luogo ospitale e armonioso. Le persone del luogo risultano essere particolarmente cordiali soprattutto con i turisti, considerando che, sono proprio questi che fanno girare l'economia almeno nei mesi più caldi. Creta merita di essere visitata.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password