Dhimitris Nacollari, Broker 2.0 al servizio dei propri clienti

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 19/05/2022 in Interviste
Condividi su:

Mediatore creditizio, Dhimitris Nacollari è specializzato in trattative immobiliari e clienti di alto profilo. Appassionato di finanza e mercati, ha sempre avuto una speciale propensione per gli affari e il commerciale. Membro Rotary Passport Innovation Distretto 2110, viaggiatore instancabile e curioso, può definirsi un vero self made man, con una solida preparazione in consulenze creditizie in ambito immobiliare, per trattative sia tra privati che con agenzie a livello nazionale.

“In momenti storici come questi, caratterizzati da grande instabilità sociale ed economica a livello globale, bisogna essere preparati a 360 gradi - dice Nacollari - per essere competitivi e non restare indietro rispetto a una realtà sempre più complessa e agguerrita. Occorre anticipare i flussi, avere una solida conoscenza delle nozioni legali, bancarie, immobiliari e notarili. Nel corso dei lavori per l’ottenimento del mutuo bisogna collaborare con diversi professionisti: agenti immobiliari, direttori di banca, geometri, architetti, notai. Si deve fare in modo di tenere tutto in equilibrio per far sì che tutto vada a buon fine nel migliore dei modi possibile. Sotto questo aspetto la preparazione è tutto.”

In che modo viene promosso il tuo lavoro?

“Grazie alla reputazione e al grado di soddisfazione che genero in coloro che si rivolgono a me: i miei clienti diventano i miei primi sostenitori. Solitamente appartengono al mondo dello spettacolo, della cultura e a grandi gruppi finanziari. Il mio approccio al cliente è lo stesso qualunque sia la cifra della trattativa: è sempre messo al centro dei miei sforzi. Lo assisto, formulando con lui la proposta di mutuo, tutelandolo fino al giorno dell’atto. Per me non esistono clienti di serie A e di serie B. Se qualcosa va storto, a volte si riparte da capo, ma ciò non importa: quello che conta è il buon esito finale. Ciò a cui tengo maggiormente è raggiungere l’obiettivo prefissato. E io non mollo!”

Come bisogna valutare quindi un broker di nuova generazione?

“I clienti sono i migliori giudici, oltre agli altri professionisti con i quali si collabora. Per quanto mi riguarda il risultato, l'ottenimento del mutuo, la soddisfazione e serenità del cliente è la bussola per sapere se sono realmente un buon broker. Alla base ci vogliono grande preparazione, impegno e capacità di essere un consulente dall’inizio alla fine, per il successo altrui e anche per quello personale. Mi considero una persona generosa, anche nel lavoro, e questo mi porta a trarre la più grande soddisfazione quando vedo il sorriso sul volto del mio cliente!”

  • Argomenti:

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password