Intervista con Un Nerd ai Fornelli

Dal profumo dei dolci agli abbinamenti più speciali

pubblicato il 25/07/2017 in Interviste da Chiara pirani
Condividi su:
Chiara pirani

Oggi Giuseppe, meglio noto come “un Nerd ai Fornelli”, amante del cibo e della buona cucina, ci permette di assaporare la sua passione e di lasciarci travolgere dai ricordi che solo l'amore per la cucina è capace di evocare.

“La passione è iniziata con mia madre e con i dolci. Ricordo ancora, da bambino, il profumo delle pastiere, nei periodi di Pasqua e Natale, e quello dei biscotti: vedere mia madre che preparava dolci mi ha avvicinato moltissimo al mondo della cucina.
Il primo piatto che ho preparato da solo, quando avevo 7 o 8 anni, è stata una semplice pasta con panna e prosciutto: era davvero molto buona, perciò da lì ho cominciato a sperimentare e ad azzardare anche accostamenti particolari.”

Ma l'amore per il piatto dei piatti rimane incondizionato. Non c'è abbinamento azzardato che tenga, quando si parla di un grande classico intramontabile.

“Un piatto che mi rappresenta è sicuramente la carbonara, perchè la trovo molto simile a me: golosa e piena di ingredienti buoni e genuini. Un piatto molto semplice, ma, allo stesso tempo, pieno di sfaccettature e capace di dare vita a un sapore unico e inimitabile.”

Uno sguardo al futuro, lo fa apparire pieno di buoni propositi.
Trasformare questa passione in professione? Forse sì, un giorno. Intanto, l'obiettivo principale è uno solo: migliorare, cucinando.

“Per me la cucina è una passione, ma amo la ristorazione, amo il contatto con il pubblico. Perciò, se un giorno avrò la possibilità di trasformare questa passione in professione, sarà davvero fantastico. Per ora, però, coltivo la mia passione, con tanta voglia di crescere e tanta curiosità per ciò che potrebbe succedere in futuro.”

E un mezzo perfetto per farsi conoscere e per permettere a tutti di ammirare i propri piatti sono i social, utili anche e soprattutto per intrecciare “relazioni di cibo” e, soprattutto, umane.

“Ho sempre amato fotografare non solo i miei piatti, ma anche quelli che mi colpiscono, quando vado a cena in un posto particolare, che si tratti di pizze, primi piatti o antipasti. Ora, con i social, posso condividere ciò che amo con chi ha la mia stessa passione, e questo è più che positivo, perché permette di scambiarsi spunti e consigli, fino a creare vere e proprie relazioni umane.”

Un ringraziamento particolare a Giuseppe, per la sua disponibilità e per questa chiacchierata. Gli chiediamo di concluderla con una parola per riassumere le mille e più sfaccettature della cucina.

Alchimia! La cucina è un'alchimia di sapori, di gusti, di profumi, di consistenze, di sensazioni, unica ogni volta che si assaggia un piatto diverso.”

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password