Consigli per spendere il giusto durante le feste

Indicazioni dall’Unione Nazionale consumatori per risparmiare nel periodo natalizio

pubblicato il 22/12/2015 in Economia da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

L'Unione Nazionale dei Consumatori, ha diffuso una lista di consigli per  non sprecare soldi durante le festività natalizie.
Tra questi si inizia subito con eliminare gli addobbi natalizi comprati al negozio e via al  fai-da- te per addobbare la casa a festa.

Una prima regola quella di fare attenzione alle offerte del periodo e spendere meno per preparare la cena o pranzo di Natale. Scegliendo bene dove comprare  si può arrivare ad un risparmio del 40% ”, afferma il Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, Massimiliano Dona.
Quindi scegliere il canale di vendita meno costoso e ridurre la quantità tenendo conto che i cibi  non possono durare più di due giorni. Uno dei trucchi , che è anche accorgimento da sempre usato dalle  nonne,  è   quello di andare con una  lista dettagliata della spesa e attenersi ad essa senza sgarri.

Evitare le primizie e  cibi  esotici che provengono da paesi lontani. Sempre bene  acquistare frutta e verdura di stagione del proprio  territorio.
Approfittare delle offerte sottocosto,   nella grande distribuzione alcuni prodotti sottocosto, vengono venduti per attirare i clienti e successivamente vendere anche tutto il resto.  Approfittare però occhio alla data di scadenza che  potrebbe essere imminente. A proposito di offerte non facciamoci abbagliare, verifichiamo che siano effettivamente convenienti: sono prodotti venduti realmente ad un prezzo basso? Servono davvero tre confezioni o ne è sufficiente una?

I cesti gastronomici natalizi sono un regalo utile e gradito, ma non sempre i prodotti offerti, poi, sono di qualità. Preparare i dolci a casa , va bene  acquistare panettoni e torroni ma per un ulteriore risparmio si possono preparare a casa biscotti, dolcetti e focacce . Per il brindisi , ci sono ottime marche di spumanti italiani a prezzi ragionevoli. Si può chiedere consiglio a qualche amico che se ne intende. E’ inoltre importante scegliere spumanti a fermentazione naturale in luogo di vini gassificati, ai quali viene aggiunta anidride carbonica al termine del processo di lavorazione proprio per permettere di stappare la bottiglia per il brindisi.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password