Grecia banche chiuse per una settimana, panico nelle borse europee

Il consiglio di stabilità finanziario greco ha deciso di tenere chiuso fino a domenica le banche

pubblicato il 29/06/2015 in Economia da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

Il ministro dell’economia Padoan rassicura: malgrado lo schock finanziario saranno comunque traumi limitati e la Banca Centrale Europea ha strumenti potenti per affrontarli. Il governo  greco ha deciso di tenere chiuse le banche fino a domenica, il tetto massimo di prelievo al bancomat è di 60 euro.

Ad oggi dopo il fallimento delle trattative le borse europee sono nel panico: calano le quotazioni dell’euro,  i FUTURES cedono il 5,8%. Vengono colpite duramente Parigi e Francoforte, mentre gli analoghi contratti sui listini Usa cedono l'1,3% (Dow Jones) e l'1,45% (Nasdaq).

Lo spread alla partenza ha sfiorato quota 200 punti, ora il differenziale si attesta a 164 punti mentre il rendimento espresso è pari a 2,39%.  Tokyo chiude in  rosso (-2,9%), perde lo yen -2,5%, calano  le quotazioni del dollaro. L'effetto Grexit affonda le Borse asiatiche. Shanghai sta perdendo il 7%, Hong Kong il 3,63%.

Da parte Ue ancora disponiblità a trattare , il presidente della Commissione Juncker farà ulteriori proposte questo pomeriggio. "E' necessario che il debito sia sostenibile e che ci siano le riforme che possano permettere al Paese di essere competitivo. Il referendum è una trovata politica, se il no vince, ci vorranno le conseguenze. Valuterà la situazione. Questa settimana, la Grecia deve scegliere il suo futuro".

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password