Leader della Cisl Bonfanti : “Ripensare il sindacato per ridare voce a giovani e vecchi"

L'intervento del segretario dei pensionati della Cisl a Firenze

pubblicato il 15/10/2016 in Economia
Condividi su:

“L’Ape sociale di cui stiamo discutendo in questi giorni è un accordo positivo: abbiamo aperto un’autostrada che dobbiamo percorrere fino in fondo”. È quanto affermato oggi da Gigi Bonfanti, segretario generale della Fnp Cisl, durante il suo intervento al Teatro Verdi di Firenze nel corso della tre giorni del Festival delle Generazioni: “Io vedo oggi un sindacato proiettato nel futuro, ma che deve riflettere sui suoi valori, sulla sua storia. Ed è solo da questa storia che può trovare la forza per ripensare un sindacato nuovo”.

“C’è bisogno di sindacalisti che con umiltà si mettano a disposizione delle persone – ha continuato Bonfanti –. Più il sindacato è scomodo e più noi lavoriamo per il bene della gente che rappresentiamo. Quello dei pensionati è oggi un tema sottovalutato, non considerato. Bisogna spiegare a quei politici che ancora oggi arricciano il naso quando sentono parlare di pensionati, che sono più di 15 anni che di anziani non si parla più in Italia, che senza l’apporto economico degli anziani il Paese sarebbe sparito. Il grande ammortizzatore sociale d’Italia in questi anni sono stati i pensionati e i vecchi. Per questo serve una nuova unione tra giovani e vecchi”.

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password