Elezioni in Danimarca: estrema destra è il secondo partito

Lars Loekke Rasmussen leader del blocco conservatore ottiene la maggioranza

pubblicato il 19/06/2015 in Dal Mondo da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

Il partito di destra di Lars Loekke Rasmussen, conquista di oltre 90 seggi su un totale di 179  e ottiene la maggioranza necessaria  per guidare il Paese.

A parte la vittoria della destra istituzionale , importante registrare  come il partito di estrema destra, diventato dopo gli ultimi avvenimenti il partito anti immigrazione,  abbia  raggiunto  il 21,1% dei voti, diventando di fatto il secondo partito in Parlamento.

I socialdemocratici della premier uscente Helle Thorning-Schmidt restano comunque  il primo partito con il 26,3% dei voti ma ammettono di aver perso anche se per un soffio.

L'immigrazione , lo stato sociale e  la crisi economica   internazionale, dalla quale la Danimarca sembra essere uscita bene,  hanno dominato il dibattito pre-elettorale e sono stati i punti cardini della campagna del blocco conservatore .

Per quanto riguarda l’immigrazione la Danimarca già con il governo di sinistra aveva già messo in atto misure restrittive  sull’accoglienza  appellandosi come Irlanda e Gran Bretagna alla clausola di esclusione.  Misure che non sono bastate a frenare l’avanzamento del partito di esterma destra.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password