Il Texas colpito da un alluvione: 9 morti e 30 dispersi

Le piogge eccezionali hanno colpito anche il vicino Oklahoma e il Messico

pubblicato il 27/05/2015 in Dal Mondo da Daniele Del Casino
Condividi su:
Daniele Del Casino
Courtesy Emergenza24

Stato di emergenza per gran parte dello stato del Texas, dopo le piogge torrenziali che lo hanno colpito negli ultimi due giorni.

Mentre in India un'anomala ondata di caldo ha già causato oltre trecento morti negli Stati Uniti sono le precipitazioni ad aver causato morte e danni: ad essere investiti dal maltempo gli stati di Oklahoma e Texas, in particolar modo quest'ultimo la cui capitale Houston questa mattina si trovava con la maggior parte delle arterie autostradali impraticabili a causa degli allagamenti e delle numerose auto trascinate dalla corrente, come gran parte del centro città, dove le acque hanno superato il tetto delle automobili.

Le autorità incolpano per questo i molti pendolari, che a dispetto delle raccomandazioni ufficiali di restare a casa si sono recati al lavoro, creando ingorghi e non dando modo alle acque di recedere.

I fiumi e torrenti locali, generalmente in secca già in questo periodo, si sono gonfiati fino a esondare in molti punti, favoriti anche da alcuni tornado, di cui uno in particolar modo si è accanito intorno al confine con il vicino Messico, andando poi a causare tredici morti a Ciudad Ancuṅa.

Sono almeno nove, ma alcuni organi di stampa locali parlano di undici, i morti tra Texas e Oklahoma a causa del maltempo mentre sono circa una trentina le persone che risultano disperse.

Oltre cinquecento i salvataggi acquatici, la maggior parte verso automobilisti in difficoltà, dei pompieri mentre sono ben 37 le contee colpite pesantemente dai danni del maltempo.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password

Video in evidenza