Lynton Crosby l’uomo che ha fatto vincere David Cameron

La spettacolare vittoria dei Conservatori la si deve a un australiano di 58 anni

pubblicato il 11/05/2015 in Dal Mondo da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

Se la fama si misura con dei soprannomi Lynton Crosby è una star si va da : Maestro delle arti occulte, Mago di Oz a  Rottweiler Australiano , soprannomi a parte è lo spin doctor (colui che cura la campagna elettorale di un candidato) più capace al mondo.

A 58 anni Crosby,  figlio di agricoltori di Kadina in Australia resta sempre fedele al suo marchio di fabbrica, impeccabile nei suoi abiti perfettamente tagliati,  non gira mai intorno al punto ma ci piomba deciso, senza preoccuparsi dell’interlocutore . Boris Johnson, il sindaco di Londra che è stato suo cliente ha raccontato di quella volta che dopo avere terminato un discorso Crosby lo ha chiamato al cellulare e gli ha detto:  "E stato un discorso di merda ragazzo mio"  Eppure lo stesso sindaco afferma che pur non risparmiando niente è il migliore stratega e direttore di campagne elettorali che lui abbia mai incontrato. La sua arma preferita ? Une disciplina ferrea poichè impone al suo candidato di restare focalizzato sul messaggio senza uscirne mai. Si lavora, si semina si raccoglie.

Dopo dieci anni passati nella stanza dei bottoni al dieci di 10 Downing Street, l’uomo Crosby resta un enigma. Non rilascia un’intervista, le luci della ribalta, gli spot pubblicitari li lascia ai suoi clienti. Lui e i suoi due associati , l’australiano Mark Textor e il britannico Mark Fullbrook, possono vantarsi di un ventaglio di clienti unico e tutti vittoriosi. il loro "trucco" in tre parole: ricerca, strategie, risultati. In totale le campagna curate vanno dalle 250 alle 300 in almeno 50 paesi almeno così a occhio perché l’azienda non ha mai specificato. Sappiamo di uffici a Mayfair, vicino a Dorchester, Sydney, Canberra, Milano, Dubai. Sul metodo, è sempre discrezione sulla tutta la linea. Solo una volta Crosby ha spiegato come ha formulato i suoi messaggi dicendo che si basava sull'emozione per connettersi con gli elettori, inviare messaggi positivi, perchè  per quanto riguarda gli elementi negativi che mettono in risalto le debolezze dell'avversario, devono essere sottolineati  dai media e lasciarseli alle spalle.

Nel caso delle elezioni nel Regno Unito  il suo modus operandi manifesto è stato questo :  ha voluto sottolineare competenze del team al potere contro il "caos" dei laburisti Labour intra per ppolati da alleanze di convenienza. Ha usato i sondaggi soprattutto analizzare le spinte emotive e le paure anestrali che determinano il voto, come la paura o la fiducia. i driver emotivi come la fiducia o la paura, che determinano il voto. Ha incoraggiato il candidato a ribadire la ripresa economica, , il calo della disoccupazione di cui i conservatori sono garanti, i temi del lavoro , ospedali, sicurezza sociale e ha giocato sulla corda emotiva sottolineando il rapporto profondo e costante tra David e Samantha Cameron dopo la morte del figlio Ivan nel 2009.

Contrariamente a quanto era stato previsto, Crosby ha deciso un'inversione di marcia: non concentrarsi sull'immigrazione. Soprattutto non farne una questione centrale, e ha portato avanti l'idea di un visto per il sistema australiano di incoraggiare l'immigrazione qualificata. Ultima ma non meno importante, la tecnica. Impossibile operare nel Regno Unito, l'Australia o gli Stati Uniti, senza tenere conto di internet. Facebook e Twitter sono stati al centro della campagna, con una mirata valanga di video su YouTube, senza dimenticare le cassette postali,. Ma il colpo di genio di Crosby è quello di aver anticipato la vittoria del SNP scozzese, insistendo sul caos che avrebbero portato il Snp unito ai laburisti ha fatto leva sulle paure dell’elettorato medio spostando l’asse dei voti tutto su Cameron. I commenatori politici britannici affermano Clausewitz non avrebbe potuto fare di meglio.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password