Terremoto in Nepal: valanga su campo base Everest

Una valanga ha travolto il campo base a 5400 metri di altezza

pubblicato il 26/04/2015 in Dal Mondo da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

IL cumulo di neve che si abbattuto sul campo base dell’Everest a  5400 metri di altezza ha provocato 18 morti e 30 feriti.  La paura fondata è che i morti possano essere essere molti  di più.  Per chi è sopravvissuto si prospettano ore terribili nell’attesa dell’arrivo dei soccorsi. Tra coloro che sono sopravvissuti  anche tre italiani:  i tre alpinisti Marco Zaffaroni, Roberto Boscato e Marco Confortola, già  sopravvissuto nel 2008 a un terribile incidente sul  K2. 


Il ministero del Turismo del Nepal  stima che al campo base e sull'Everest,  al momento  delle scossa sismica , si trovassero in tutto  almeno mille scalatori.  Secondo la tv indiana Times Now, gli scalatori  morti sono almeno 18, tra questi anche un manager di Google.   E' ancora impossibile stimare con precisione  la gravità della tragedia  , anche se le testimonianze che arrivano dai sopravvisuto del campo base sono   drammatiche.

È un disastro enorme"   ha scritto twittato l’alpinista romeno Alex Gavan  "Ho aiutato nella ricerca e nel soccorso delle vittime in una vasta area disastrata. Ci sono molti morti, molti altri gravemente feriti. Altri moriranno se un elicottero non arriverà il prima possibile".

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password