A fuoco il Monastero delle Nuove Vergini in Russia

Mosca in massima allerta per l'incendio, a poca distanza dal Cremlino

pubblicato il 15/03/2015 in Dal Mondo da Daniele Del Casino
Condividi su:
Daniele Del Casino

I pompieri della città di Mosca hanno messo sotto controllo il rogo che si è sviluppato intorno alle 21,40  (ora di Mosca) intorno al Monastero delle Vergini, una delle chiese più famose della capitale russa.

 

Fiamme e fumo, notate a distanza di chilometri, si sono stagliate nel buio della sera a Mosca intorno al Convento di Novodevičij, letteralmente il Monastero delle Nuove Vergini, una delle chiese ortodosse più antiche e famose esistenti in Russia, sollevando stupore e apprensione anche per la vicinanza al Cremlino.

Le fiamme hanno interessato il campanile, alto 72 metri, pare attraverso le impalcature che lo circondano, essendo al momento oggetto di lavori restaurativi.

I pompieri della città di Mosca sono intervenuti in forze facendo arrivare squadre da tutte le caserme della capitale russa e hanno attaccato il rogo con uno snorkel , una piattaforma aerea dotata di lancia d'acqua a pressione, con la quale stanno ancora bagnando il campanile, mentre la zona circostante per molte centinaia di metri è stata transennata dalle Forze dell'ordine.

Nessuna dichiarazione è stata rilasciata finora dai Pompieri o dalla Polizia russa in merito all'incendio ma il corrispondente di Russia Today  Roman Kosarev sul posto ha parlato di una superficie interessata di 100 mq dalle fiamme.

Patrimonio dell'Umanita per l'UNESCO, il monastero è famoso anche per il suo cimitero, che ospita le tombe del leader sovietico Nikita Krusciov, del Presidente Boris Eltsin, del compositore Prokofiev e dello scrittore Anton Cechov.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password