Australia: accoltellamento in famiglia

Morti 8 bambini e ferita una donna

pubblicato il 19/12/2014 in Dal Mondo da Veronica Murru
Condividi su:
Veronica Murru

E' successo in Australia, in un quartiere povero è stato compiuto un assassinio multiplo. Otto bambini hanno perso la vita, accoltellati ancora non si sa da chi e per quale motivo. Si sospetta comunque un delitto in famiglia. La madre dei bambini è stata trasportata in ospedale dai soccorsi con ferite di lieve entità. Gli investigatori stanno indagando sul caso.

Città di Cairns sulla costa nordest dell'Australia: sono stati uccisi a coltellate otto bambini nel quartiere povero di Manoora, abitato soprattutto da aborigeni. Il più piccolo dei fratelli aveva appena 18 mesi mentre la vittima più grande 15 anni. I corpi sono stati ritrovati dal fratello più grande, 20 anni, che tornando a casa ha visto davanti a se quello scempio. La madre, 34 anni, è stata portata in ospedale dove è ricoverata ma in condizioni stabili. La polizia ha sentito la donna che sta aiutando a capire come è accaduta la tragedia. Almeno sette dei piccoli morti erano figli della signora e l'omicidio è riconducibile all'ambiente famigliare, tanto che le forze dell'ordine hanno scongiurato allarmismi circa serial killer a piede libero. Dalle testimonianze dei vicini, rilasciate a un quotidiano locale,  il quartiere non sarebbe dei migliori, lasciato a se stesso, è spesso sede di abusi sessuali, violenze e alcoolismo. Le indagini sono in corso, l'area del crimine è sotto i sigilli della polizia e si vuole fare chiarezza  sulle dinamiche del caso,  sull'identità dell'autore , nonchè sulle motivazioni di tale gesto tanto crudele. Tony Abbot, primo ministro australiano, si è detto sconvolto dell'accaduto: “è una notizia che spezza il cuore”

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password

Video in evidenza