Si ribalta un autobus in Bolivia: tre italiani tra le vittime

l'incidente al ritorno da una gita turistica nella regione di Oruro

pubblicato il 31/08/2014 in Dal Mondo da Daniele Del Casino
Condividi su:
Daniele Del Casino

E' di almeno dieci morti, tra cui tre italiani, e 24 feriti il bilancio, ancora provvisorio, del tremendo incidente che ha coinvolto un autobus turistico nella giornata di ieri in Bolivia. Alle 15,30 di ieri (ora italiana) il bus, con a bordo 36 persone per la maggior parte turisti stranieri stava tornando da un'escursione sul deserto di sale Salar de Uyuni e stava percorrendo la “ carreteraPanamericana” in direzione La Paz quando, in località Challapata, a circa trecento chilometri dalla capitale boliviana, l'autobus è finito fuori strada, ribaltandosi più volte. I soccorsi sono scattati immediamente ma si sono rivelati subito difficili, a causa del pesante mezzo che necessitava di essere raddrizzato per poter estricare le persone al suo interno. Il conducente, un boliviano di 30 anni, è morto sul colpo insieme a un australiano, due ragazzi svizzeri, una cittadina peruviana e tre italiani: Franco Cembran, 53 anni, Lorenzo Ricciardi, 30 anni e un altro connazionale di cui non è stata resa nota ancora l'identità. Italiani anche tra i feriti, che risultano ricoverati tra l'ospedale di Challapata e gli altri presidi sanitari nella regione di Oruro, dove è avvenuto l'incidente, insieme a tre tedeschi, un indiana, tre cileni e altri cittadini stranieri. Dai primi rilevamenti della Polizia Provinciale boliviana e i pompieri al momento la principale causa del sinistro è da imputarsi alla forte velocità tenuta dall'autobus, a causa della quale non ha tenuto più la strada fino a ribaltarsi rovinosamente. Il Ministero degli Esteri sta svolgendo i necessari accertamenti per i connazionali coinvolti ed ha attivato gli uffici consolari sul posto per fornire l'assistenza del caso.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password