Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Uccide al grido di 'Heil Hitler', tre persone vittime di un neonazista in Kansas

Strage in due centri ebraici

Condividi su:

Tre persone sono state uccise in due diverse sparatorie in altrettanti centri ebraici in Kansas.

Fonti di polizia hanno riferito alla Cnn che l'uomo che ha aperto il fuoco nei due centri ebraici in Kansas è un neonazista sulla settantina. Testimoni hanno affermato che prima di sparare chiedeva ai presenti se fossero ebrei e poi gridava "Heil Hitler".

Secondo quanto riferiscono fonti di stampa, un uomo, descritto come un anziano neonazista, ha iniziato a sparare prima nel Jewish Community Center di Overland Park, e poi ha continuato nel Village Shalom, a meno di due kilometri di distanza. Fonti mediche hanno riferito che nella sparatoria è stato inoltre ferito un ragazzo di 14 anni, ricoverato in ospedale in condizioni critiche. Al momento della sparatoria, nel centro ebraico erano in corso delle audizioni per una gara di danza. Il centro "era pieno di ragazzi, di teenager", ha riferito l'inviata sul posto di una tv locale, secondo cui quando l'uomo ha iniziato a sparare alcuni ragazzi sono stati portati al riparo in una stanza e gli è stato detto di sdraiarsi in terra.

L'uomo è stato poi infine arrestato nei pressi di una vicina scuola elementare e, riferisce il Kansas City Star, mentre veniva portato via ha fatto delle "dichiarazioni antisemite".

Condividi su:

Seguici su Facebook