Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La terra trema ancora in Cile: nuova violenta scossa di magnitudo 7.8

Registrata nella notte

Condividi su:

Nuova violenta scossa di terremoto in Cile a poco più di 24 ore da quella registrata ieri.

Il sisma, che ha colpito il nord del paese, è stato di magnitudo 7.8. Secondo i rilevamenti dello United States Geological Survey (Usgs), ha avuto luogo alle 23,43 di ieri ora locale (le 4,43 di oggi in Italia).

Stavolta il terremoto ha colpito la terra ferma, con ipocentro a 20 km di profondità ed epicentro 23 km a sud di Iquique, capoluogo della regione di Tarapacà. A Iquique gli edifici hanno tremato e la gente si è riversata nelle strade preparandosi a trascorrere un'altra notte fuori casa. Al momento non sembra che la nuova scossa abbia provocato feriti o danni. Stesse scene nelle città peruviane di Tacna e Arequipa. Ed in seguito alla nuova scossa un allarme tsunami è stato diramato per Cile e Perù con il centro allerta tsunami del Pacifico (Ptwc) che ha giudicato l'allarme di livello 'moderato'. Allerta rientrato un paio d'ore dopo la scossa e dopo che sulle coste cilene erano arrivate delle onde di 70 cm.

Le autorità cilene, in seguito all'allerta tsunami, hanno comunque disposto l’evacuazione delle zone costiere e anche la presidente Bachelet, che si trovava ad Arica, nell’estremo nord del paese per valutare i danni del sisma di martedì, è stata fatta allontanare.

Condividi su:

Seguici su Facebook