Il capo dei separatisti Polisario convocato in tribunale il 5 maggio in Spagna per genocidio, rapimento e tortura

Breica: Con questa denuncia e la comparizione di questo criminale e di altri leader del Polisario, chiedo giustizia a tutte le vittime delle atrocità del polisario

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 03/05/2021 in Dal Mondo da Belkassem Yassine
Condividi su:
Belkassem Yassine
Sit in per denunciare i crimini del capo del Polisario ricoverato in Spagna

Il capo dei separatisti Polisario, Brahim Ghali, attualmente ricoverato in un ospedale di Logrono in Spagna, è stato citato a comparire dinanzi alla giustizia spagnola, mercoledì 5 maggio, per un caso di rapimento e di tortura, ha fatto sapere Fadel Breica che ha presentato la denuncia. 

Fonti giudiziarie hanno confermato che il giudice istruttore del Tribunale n. 5 dell'Audience Nationale di Madrid, Santiago Pedraz Gómez, ha emesso questo mandato contro Ghali anche per crimini di "genocidio e tortura" nei confronti della popolazione saharawi dissidente rifugiata a Tindouf (Algeria).

"Sono stato rapito per quasi cinque mesi e torturato nelle carceri dei campi di Tindouf per il semplice motivo di aver chiesto luce sulla sorte di Ahmed Khalid, rapito dai servizi segreti algerini dal gennaio 2019", ha detto Breika. 

Inoltre, ha affermato, "denunciavo nei social network l'arruolamento di bambini Soldato da parte del fronte Polisario e gli atti violenti dei suoi dirigenti". 

"Con questa denuncia e la comparizione di questo criminale e di altri leader del Polisario, chiedo giustizia a tutte le vittime delle atrocità del polisario", ha affermato. 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password