Il Marocco deplora l'atteggiamento di Spagna che accoglie sul suo territorio il capo delle milizie separatiste del "polisario"

Il Marocco esprime la delusione per l'atto spagnolo contrario allo spirito di partenariato e di buon vicinato.

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 25/04/2021 in Dal Mondo da Belkassem Yassine
Condividi su:
Belkassem Yassine

Il Regno del Marocco deplora l'atteggiamento della Spagna che accoglie sul suo territorio il denominato Brahim Ghali, capo delle milizie separatiste del "polisario", perseguito per gravi crimini di guerra e gravi violazioni dei diritti umani, ha dichiarato domenica 25 aprile il Ministero del Marocco degli Affari esteri, della Cooperazione africana e dei marocchini residenti all'estero. 

Il Marocco esprime la sua delusione per questo atto contrario allo spirito di partenariato e di buon vicinato e che riguarda una questione fondamentale per il popolo marocchino e le sue forze vive, aggiunge il ministero nel suo comunicato. 

Secondo il ministero, l'atteggiamento della Spagna suscita una grande incomprensione e interrogativi legittimi: 

Perché Brahim Ghali è stato ammesso in Spagna in modo segreto e con un passaporto falso? 

Perché la Spagna ha ritenuto utile non informare il Marocco? 

Perché ha scelto la sua ammissione sotto falsa identità? E perché la giustizia spagnola non ha ancora reagito alle numerose denunce presentate dalle vittime?

"Per questo motivo, l'ambasciatore spagnolo a Rabat è stato convocato sabato 24 aprile al Ministero degli Affari esteri, della cooperazione africana e dei marocchini residenti all'estero, affinché gli venga comunicata questa posizione e vengano chieste le spiegazioni necessarie sull'atteggiamento del suo governo", conclude il comunicato.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password