Algeria: Gruppo Polisario reprime proteste a Tindouf

I saharawi protestano contro la direzione del gruppo Polisario che rifiuta la proposta di autonomia regionale del Sahara proposta dal Marocco.

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 25/01/2021 in Dal Mondo da Belkassem Yassine
Condividi su:
Belkassem Yassine
Carri armati contro i profughi in Algeria

Algeria: Gruppo Polisario reprime proteste a Tindouf 

Nell'isolamento totale dal mondo continua la repressione sistematica armata contro la popolazione sequestrata in Algeria, così le milizie del Fronte Polisario nei campi di Tindouf armate e protette dall'esercito algerino hanno usato ieri 22 gennaio la forza contro i "profughi" saharawi detenuti, per impedire loro di protestare contro la politica della leadership del gruppo Polisario che rifiuta la proposta di autonomia regionale del Sahara proposta dal Marocco. 
Il Centro Europeo per la Pace e la Risoluzione dei Conflitti riferisce che le milizie del Polisario nei campi di Tindouf in Algeria hanno represso i rifugiati saharawi, per impedire loro di protestare, mostrando un video scioccante su Twitter che riprende queste violenze armate. 

https://twitter.com/EU_Center/status/1353295803671064576?s=19https://twitter.com/EU_Center/status/1353295803671064576?s=19

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password