New York: grave incidente ferroviario, un morto e cento feriti

Un treno ha deragliato alla stazione di Lackawanna, continuano ad arrivare aggiornamenti

pubblicato il 29/09/2016 in Dal Mondo da Danilo Di Laudo
Condividi su:
Danilo Di Laudo
Foto Panorama

NEW YORK – A pochi chilometri dal centro della Grande Mela questa mattina, intorno alle 8.30 locali, un convoglio in transito nel territorio del sobborgo di Hoboken è deragliato andando a schiantarsi in prossimità della stazione di Lackawanna.

Bilancio ancora del tutto incerto, si è parlato da subito di feriti ma non ci si è sbilanciati sull’eventuale presenza di vittime.

A far conoscere la notizia al mondo sono stati i tweet e i post condivisi sui social network. Dalle foto amatoriali scattate e pubblicate si notano i danni subiti dalla struttura della stazione e la posizione in cui il treno è andato a fermarsi fuori dai binari dello scalo newyorkese addirittura entrando letteralmente all'interno della stazione stessa.

I PRIMI AGGIORNAMENTI - Ancora ignote anche le cause dell’incidente avvenuto nel sobborgo americano mentre si comincia a parlare, dalle fonti Rai, di almeno 4 feriti gravi.

Ore 15.51 (italiane)- La NBC, rete statunitense, ha già confermato la gravità dell'incidente confermando la possibilità che ci sia un alto numero di vittime. Secondo l'emittente d'oltreoceano il treno non si sarebbe fermato all'ingresso della stazione andando ad impattare contro la piattaforma che separa i binari. In seguito al crollo parziale del tetto sopra le rotaie potrebbero essere state coinvolti numerosi pendolari presenti li in concomitanza con l'ora di punta. Molti potrebbero essere ancora intrappolati tra le lamiere.

ore 16.20 (italiane) - Si comincia a parlare, sulle emittenti locali di almeno tre morti e oltre cento feriti, molti dei quali ancora intrappolati tra i rottami. Da una prima analisi l'FBI avrebbe escluso la pista terrorismo tra le cause attribuendo lo schianto a causa accidentali.

IL BOLLETTINO UFFICIALE - Il governatore dello Stato del New Jersey, Chris Christie ha diramato un comunicato affermato che il bilancio ufficiale è di un morto e circa 100 feriti. Tra quelli che, in un primo momento, sono rimasti intrappolati tra le lamiere non si registra alcun ferito. Dalla ricostruzione dei fatti il convoglio si sarebbe avvicinato alla stazione tenendo una velocità ben più elevata di quella prevista, andandosi a schiantare contro la banchina, in quel momento molto affollata di pendolari diretti in città.

Vista la velocità, conseguenza diretta dell'impatto, è stato l'innalzamento dei vagoni al di sopra della banchina, travolgendo così, buona parte della tettoia costruita sullo snodo ferroviario. Secondo l'emittente americana Cnn l'unica vittima dell'incidente sarebbe uno dei pendolari che attendeva il treno.

Sono cominciate intato le indagini per spiegare le cause di questo incidente ma la Polizia Federale ha già fatto sapere di poter escludere la matrice terroristica, imputando la responsabilità delo schianto ad un errore umano che avrebbe spinto il convoglio a quella velocità. Gli investigatori nelle prossime ore cercheranno di interrogare il macchinista, privo di sensi nel momento in cui è stato soccorso, e il personale di terra.

 

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password