Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Libano, gli aviatori italiani intervengono per domare incendio in un campo minato

Decisivo l'intervento l'intervento con gli elicotteri della Task Force ITALAIR

Condividi su:

Giornata di fuoco quella di ieri nel sud del Libano, dove un incendio si è sviluppato nella zona di Maroun Al Ras in un'area fortemente minata a ridosso della Blue Line, la linea di confine con lo stato di Israele.

La missione UNIFIL – United Nations Interim Force in Lebanon – è intervenuta a supporto delle autorità libanesi facendo alzare in volo gli elicotteri Augusta Bell 212 della Task Force ITALAIR, dotati di bucket (benna) antincendio  per scaricare acqua sulle fiamme.

Gli aviatori italiani – provenienti da Esercito, Marina e Aeronautica Militare – con lanci mirati hanno dato un appoggio determinante alla lotta contro il rogo, che per la sua estensione e la pericolosa presenza delle mine, di cui almeno 24 sono esplose durante l'incendio, impedivano a pompieri e militari l'approccio da terra.

Oltre 7000 litri d'acqua sono stati scaricati sulle fiamme durante le cinque ore di volo, che con sette passaggi sul fronte dell'incendio ne hanno permesso lo spegnimento in tarda serata.

La Task Force ITALAIR con la sua nascita nel 1979 è l'unità più antica della missione UNIFIL, che garantisce un supporto aereo con i suoi sei elicotteri AB 212 anche per evacuazioni mediche urgenti, insieme ai voli di ricognizione sulla Blue Line.

Condividi su:

Seguici su Facebook