Attenzione al maniaco col borsello: filma le donne sotto le gonne

A Roma un uomo riprendeva le parti intime delle donne in metropolitana e nei supermercati

pubblicato il 13/07/2014 in Curiosità da Lucia Di Candilo
Condividi su:
Lucia Di Candilo

Accade a Roma, dove un maniaco munito di borsello, appostato alla fermata metro “Policlinico” di Roma riprende le parti intime delle donne mentre camminano. Questo squallido e alquanto disgustoso “giochino” si chiama “upskirt” e pare abbia giustamente infastidito numerose donne.

Una delle vittime, accortasi del modus operandi messo in atto dal maniaco, ha sporto denuncia e ha raccontato tutto alla Polizia. Praticando un foro su una borsa e facendolo combaciare perfettamente con la telecamera di un cellulare, il perverso sceglieva la sua vittima in base all’abbigliamento e, una volta individuata, si avvicinava con uno stratagemma facendo scivolare la borsa munita del congegno ai sui piedi, per effettuare la registrazione.

È così che è partito il blitz, quando anche ieri, l’uomo pronto ad agire è stato bloccato e perquisito dagli agenti del commissariato Salario Parioli. “L’arma” e il “bottino” erano proprio dentro la sua borsa, all’interno della quale, infatti, gli agenti hanno trovato numerose registrazioni che ritraevano le parti intime delle donne “violate”. Al 33enne, già noto alle forze di polizia per precedenti specifici, è stato contestato il reato di molestie a sfondo sessuale e denunciato.

I luoghi preferiti dal maniaco erano sempre gli stessi, posti dov’è facile incontrare persone in fila e quindi facilmente “abbordabili”, come ad esempio metropolitane, bar, supermercati e uffici postali.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password