Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La matematica? Un'opera d'arte per il cervello degli appassionati

La ricerca parte dall'Università di Londra

Condividi su:

Secondo uno studio pubblicato su Frontiers in Human Neuroscience, le persone che amano la matematica attivano, quando contemplano una formula, la stessa area cerebrale coinvolta nella fruizione di un'opera d'arte o di un meraviglioso brano musicale. Un'equipe di neuroscienziati del Wellcome Laboratory of Neurobiology dell'University College London ha esaminato, tramite una risonanza magnetica funzionale, i cervelli di 15 matematici, sottoposti a circa 60 formule. Anche se la maggior parte di noi può tralasciare la bellezza estetica di una legge matematica, per chi è appassionato di questa materia una stringa di numeri può rappresentare la quintessenza della bellezza. «La bellezza di una formula può scaturire dalla semplicità, dalla simmetria, dall'eleganza o dall'espressione di una verità immutabile», sottolinea Semir Zeki, principale autore della ricerca - . Per Platone, la qualità astratta della matematica rappresentava il punto più alto della bellezza». Le formule, giudicate bellissimecome l'identità di Eulero, l'identità pitagorica e le equazioni di Cauchy-Riemann,  hanno attivato la stessa area cerebrale, la corteccia orbito frontale, coinvolta nelle fruizione di esperienze estetiche emotivamente coinvolgenti, come la visione di un'opera d'arte o l'ascolto di un bel brano musicale. «Come per l'esperienza della bellezza visiva o musicale, l'attività cerebrale è fortemente correlata all'intensità della bellezza percepita dai soggetti, anche se in questo caso la fonte della bellezza è estremamente astratta», - precisa Zeki - . «In altre parole, l'attivazione è maggiore quando la bellezza percepita è più intensa. Questo potrebbe aiutarci a rispondere a una domanda critica nello studio dell'estetica, ossia se l'esperienza della bellezza possa in qualche modo essere quantificata».

 

Condividi su:

Seguici su Facebook