Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La mia immagine di profilo? Meglio ritoccarla un po' per avere successo

La maggior parte dei teenager ha ammesso di ritoccare le proprie foto ma, se non hanno successo tra i follower, se ne pentono

Condividi su:

CURIOSITA’ – Nella giornata dedicata alla lotta al bullismo un dato importante può far riflettere sull’attenzione che i giovani pongono alla propria immagine o comunque a quello che attraverso i social vogliono fa vedere di se.

Inutile andare a fare una disquisizione sul cyber bullismo ma, a quanto pare, la maggior parte dei giovanissimi iscritti ai maggiori social network risulta essere ‘in fissa’ per il proprio aspetto fisico.

Insoddisfatti della propria immagine circa i due terzi dei ragazzi coinvolti, secondo uno studio su scala europea condotto da Ipsos MORI per conto di Vodafone, avrebbe ammesso di ritoccare le proprie fotografie.

Il dato si attesta, per l’esattezza, sul 68% dei giovani intervistati – il trend si replica anche in Italia dove è il 69% - non si ritiene soddisfatto delle proprie foto e per questo, il 41% di questo stesso dato ha ammesso di utilizzare almeno i filtri messi a disposizione dalle varie applicazioni fotografiche. Tra i ritocchi ‘preferiti’ la rimozione delle imperfezioni della pelle come, ad esempio, la presenza dei brufoli o il colore della cute (questo lo ha ammesso il 27% nel primo caso e l’11% nel secondo).

Un po’ più in basso si trova invece il dimagrimento virtuale (circa l’8% degli intervistati ha ammesso di essersi tolto qualche chilo) e lo sbiancamento dei denti (anche in questo caso si parla di circa l’8% dei ragazzi). Tra gli uomini invece qualcuno (il 3%) ha ammesso di essersi ‘pompato’ qualche muscolo’ mentre, sul fronte femminile, solo l’1% avrebbe aumentato la misura del seno.

LE REAZIONI – Ovviamente le modifiche fatte sul proprio aspetto fisico creano delle aspettative e delle reazioni da parte del mondo virtuale. Nonostante si pensasse che le migliorie fossero positive circa il 22% dei ragazzi coinvolti ha dichiarato di essersi pentito delle immagini pubblicate al punto da volerle rimuoverle semplicemente perché il numero di Like è risultato essere basso o nullo; dato che crea imbarazzo nei ragazzi che si sentono giudicati dalla ‘fama’ che raggiunge la propria foto profilo.
Sembra quindi che si sia quasi perso del tutto il contatto con la propria forma fisica reale e anche quando si prova a migliorarla non  detto che soddisfi chi si è impegnato con mouse e tastiera. Tuttavia non sono nuovi episodi nei quali spesso si arrivi al cyber bullismo per una fotografia naturale

Condividi su:

Seguici su Facebook