Palermo. Tirrito: “Stato riconosce oggi l'onore che deve a Contrada"

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 08/04/2020 in Cronaca da Filippo Virzì
Condividi su:
Filippo Virzì

“La Corte d’Appello di Palermo ha accolto la richiesta di risarcimento per ingiusta detenzione presentata da Bruno Contrada per concorso esterno in associazione mafiosa. Ciò che oggi si riconosce è l’onore che lo Stato deve a Contrada, quell’onore che ha tentato di togliergli”, ha affermato Maricetta Tirrito, portavoce del Cogi (Comitato collaboratori di giustizia italiani).

“Nella mia esperienza personale - continua Tirrito - posso dire che all’uomo e al poliziotto Contrada vanno fatti i complimenti per la sua intelligenza e per la sua capacità di rappresentare lo Stato, che in qualche modo oggi gli vengono riconosciute”.

 “Contrada ha semplicemente eseguito gli ordini dello Stato italiano - conclude Tirrito - e la sua condanna ricordiamo che venne già giudicata illegittima dalla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo e dalla Cassazione.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password