Lo stilista Daniel Bozzitelli presenta la sua ultima collezione “The first instinct”

Stile audace, ispirato al mondo animale con tessuti leggeri

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 24/09/2018 in Costume e società da Valentina Corrao
Condividi su:
Valentina Corrao

L’amore per il mondo della moda, è sempre stato presente nel giovane stilista romano, Daniel Bozzitelli. "Ho studiato presso l’istituto Gregorio Catino, indirizzo “Produzioni Tessili Sartoriali”, terminati gli studi, ho avuto l’opportunità di seguire e conoscere le due facce del fashion system da vicino. La prima esperienza esterna alla scuola è stata da “Chic & Cheap” dove le abili mani di Carla Birion creano dei capolavori, grazie a lei ho imparato a curare, fino al più piccolo dettaglio ogni singola creazione", ci svela Daniel.

Handmade, sartorialità per lo stilista che in seguito ha avuto la possibilità di conoscere il lato industriale alla “Set” un’importante azienda che produce e disegna tessuti. “La passione per la moda nasce all’età di 10 anni, quando vedendo mia madre che amava giocare con i vestiti, con mille abbinamenti, ero affascinato”.

Per Bozzitelli la scomparsa della madre in tenera età, lo segna fortemente, ma nel contempo gli regala quella grinta che lo proietta nel mondo della moda, la sua vera passione. Stile rivolto alla donna che ama osare, che non ha timore di mostrare se stessa. La sua ultima collezione, ispirata al mondo animale e realizzata con tessuti leggeri, è stata presentata all’Opening Milan Fashion Week del 17 settembre, grazie al management di Art Nobless.

Una collezione che vanta di abiti da sera scintillanti con tessuti luminosi che riproducono la fauna e che approda alla settimana della moda milanese con il titolo di “The first instinct”.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password