“Cold case” anche i cani molecolari per Maria Di Martino, la donna scomparsa a Santa Croce Camerina (RG)

Radiografata la casa di Maurici, ad oggi unico imputato

pubblicato il 11/12/2015 in Attualità da Concita Occhipinti
Condividi su:
Concita Occhipinti

Si torna a parlare della scomparsa di Maria Di Martino, avvenuta il 22 febbraio di 10 anni fa e per il quale c’è alla sbarra, davanti alla Corte d’Assise di Siracusa, il genero Giuseppe Maurici. Si è sempre ritenuto che il corpo della stessa fosse stato occultato dopo l’omicidio, anche a causa della scomparsa di un’ingente somma di denaro e il cadavere è stato cercato in diversi territori ma mai nella casa dell’imputato.

Il processo è ancora in corso e proprio ieri si è celebrata una delle tante udienze che vedono Maurici imputato per il reato di omicidio volontario ed occultamento di cadavere. Le indagini della Squadra Mobile, nel trattare il “cold case”, si sono concentrate in questi giorni nella casa di Maurici a S. Croce Camerina, in quanto le ultime notizie facevano sospettare che l’uomo, all’epoca dei fatti, avesse occultato il cadavere nelle fondamenta della casa in costruzione di sua proprietà...CONTINUA a leggere...

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password

Video in evidenza