Lecce, evasione in ospedale per ergastolano

Fabio Perrone è armato e in libertà dopo aver ferito tre persone

pubblicato il 06/11/2015 in Attualità da Daniele Del Casino
Condividi su:
Daniele Del Casino

Si trovava fuori dal carcere per un esame medico, ma si è impadronito di una pistola, ha seminato il panico ed è fuggito.


Fabio Perrone, 42 anni e condannato all'ergastolo per omicidio, è evaso dall'ospedale Vito Fazzi di Lecce, dove era stato scortato per una colonscopia.

Il detenuto, quando libero dalle manette, è riuscito a sfilare la pistola dalla fondina di uno dei due agenti della Polizia Penitenziaria che lo accompagnavano, tramortendolo e ferendo l'altro agente per poi darsi alla fuga nei corridoi ospedalieri, dove ha sparato in aria per creare scompiglio.

Arrivato al parcheggio del nosocomio ha rubato una Toyota yaris minacciando la proprietaria puntandogli l'arma alla testa, quindi ha distrutto la sbarra d'uscita travolgendo una guardia giurata, che ha tentato di fermarlo, e un passante.

L'uomo è ricercato attivamente dalle Forze dell'Ordine, che hanno emesso un avviso anche via web avvertendo della pericolosità del soggetto e di segnalare ad esse se si sospetta l'avvistamento.

Fabio Perrone si trovava in carcere dopo aver subito una condanna all'ergastolo per l'omicidio di un 45enne di etnia rom, lo scorso anno per futili motivi.

Intanto il DAP – Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria, ha avviato un'indagine conoscitiva sul'evasione, per controllare se la visita del detenuto fosse in regola con i parametri stabiliti dall'ordinamento penitenziario.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password