Addio Bobbi Kristina

Morta dopo sette mesi di coma la figlia di Whitney Houston

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 27/07/2015 in Attualità da Lorenzo Fantacuzzi
Condividi su:
Lorenzo Fantacuzzi

Addio a Bobbi Kristina, figlia della grande Whitney Houston. La ragazza, 22 anni era stata trovata nella vasca da bagno priva di sensi. Uno scenario simile a quello della scomparsa della madre,  Bobbi Kristina aveva riportato danni cerebrali da subito apparsi molto gravi, con diagnosi di morte cerebrale a poco tempo dal ricovero.


L'agonia di Bobbi Kristina è durata sette mesi. Era stata ritrovata nella casa che divideva con Nick Gordon. Era stato lui ad avvertire i soccorsi, informandoli che aveva smesso di respirare.  A quel punto l'episodio era stato descritto ufficialmente come un annegamento. Ma non sono mai stati rese note in dettaglio le condizioni mediche della giovane donna che da quel giorno non ha più ripreso conoscenza.


Nel corso dei mesi poi le denunce e le inchieste si sono rincorse. E' emerso che Bobbi Kristina assumeva droghe e alcol. Che non si era mai realmente ripresa dal dolore e dallo shock della morte della madre. La Polizia ha indagato anche sul fidanzato Gordon, accusato di essersi appropriato di fondi intestati a Bobbi Kristina mentre lei rimaneva in gravi condizioni. Intanto Bobbi Kristina peggiorava e veniva trasferita da ospedale in ospedale. Fino al mese scorso quando le sue condizioni erano peggiorate. Bobbi Kristina sarà seppellita nello stesso cimitero dove riposa la madre.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password

Video in evidenza