Tangenziale di Napoli: ubriaco guida contromano, due morti

La Renault Clio ha percorso ben 5 km in senso contrario andando a scontrarsi con una Fiat Panda

pubblicato il 25/07/2015 in Attualità da Danilo Di Laudo
Condividi su:
Danilo Di Laudo

NAPOLI – Grave incidente stradale quello verificatosi nella nottata di ieri, intorno alle ore 4.30, sulla tangenziale che serve il capoluogo campano. Una Renault Clio, con a bordo due persone, ha percorso - dopo aver effettuato un'inversione ad 'U' - ben 5 chilometri contro mano e ha arrestato la sua corsa solo quando ha incrociato, sulla sua strada, una Fiat Panda colpendola in pieno.
Il conducente di questo secondo mezzo, Aniello Miranda, operaio di Torre del greco di 48 anni, è deceduto sul colpo mentre solo in seguito al trasporto al Cardarelli è spirata anche la passeggera della Clio, Livia Barbato di 22 anni. Alla guida del mezzo che ha causato l’incidente un uomo di 29 anni, fidanzato della seconda vittima e Dj Aniello Mormile, è risultato poi positivo all'alcool test, con valori di molto superiori a quelli consentiti dalla legge (Fonte Repubblica.it).

Sul posto è intervenuta subito la polizia stradale che ha ricostruito l’accaduto. La Clio si è immessa sulla Tangenziale di Napoli all’altezza di Agnano; intanto il 48enne a bordo della Panda stava recandosi nel capoluogo per andare a lavoro. Come detto sul posto è intervenuta la Polizia Stradale di Fuorigrotta che sta conducendo ancora degli accertamenti al fine di verificare lo stato psico-fisico del 29enne conducente della Clio.

Per comprendere ancor meglio la dinamica sono state acquisite, dagli uomini della Polstrada, le immagini delle telecamere presenti sulla tangenziale. L’incidente arriva a dispetto di una nottata condotta dagli uomini del primo dirigente della polizia Stradale di Napoli Carmine Soriente volta a combattere la guida in stato di ebbrezza e le altre infrazioni stradali. La Task-Force ha infatti controllato oltre 80 auto e contestato ben 23 verbali per infrazioni al codice della strada.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password