Milano: donna decapitata, la testa lanciata in un cortile

Il brutale episodio a Lambrate, fermato giovane sudamericano

pubblicato il 14/06/2015 in Attualità da Daniele Del Casino
Condividi su:
Daniele Del Casino

Una donna di 52 anni è stata uccisa la notte scorsa in un appartamento e la sua testa è stata scaraventata in un cortile sottostante.


Una scena da film dell'orrore è quella che si sono trovati davanti i Carabinieri, quando, intorno alle due della notte appena passata, sono intervenuti in un appartamento Aler alla periferia est di Milano, nella zona Lambrate.

Il corpo decapitato di una donna, di cui non sono state rese ancora note le generalità, giaceva in una pozza di sangue mentre la testa è stata rinvenuta in un vicino cortile.

Nella casa i militari dell'Arma hanno trovato un giovane, dell'apparente età di 20 anni e originario dell'Ecuador, con un vistoso taglio ad una mano.

Il ragazzo è stato accompagnato al vicino Policlinico dal 118 in codice giallo e piantonato, quindi arrestato in flagranza di reato per omicidio volontario aggravato: secondo gli investigatori sarebbe lui l'omicida della donna, che è arrivato ad uccidere in maniera così brutale al termine di una furiosa lite.

Il giovane adesso è stato dimesso e si trova sotto interrogatorio da parte degli inquirenti: ancora non è chiaro se lui e la vittima dividessero l'appartamento né i motivi che lo avrebbero spinto a decapitare la donna e a oltraggiare i suoi resti.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password