Nubifragio: a Milano nuova conta dei danni

Il maltempo che flagellato la Lombardia ha comportato blocchi del traffico stradale e aereo.

pubblicato il 16/05/2015 in Attualità da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

Il temporale che si è abbattuto su Milano ha creato forti disagi al traffico cittadino.  Davanti ai giardini della Guastalla, un grosso ramo è caduto su un bus della linea 94, rompendo il parabrezza. Un albero è caduto  sui binari in viale Monte Nero, bloccando il bus numero 9 e il numero 14. Fermo il collegamento tra Cascina Gobba e l'ospedale San Raffaele. In piazza San Babila, si è staccato un pannello pubblicitario  che non ha provocato  feriti ma  la chiusura   di corso Venezia al traffico. Volati pannelli e lamiere anche  nell’area di Portello e di San Siro.

A causa della bomba d’acqua   e del forte vento l’aeroporto di Malpensa, in questo periodo tappa cruciale per arrivi e per le partenze dei visitatori  dell’Expo,  ha dovuto chiudere  lo scalo dalle 14 alle 15 di ieri.    Undici i voli in arrivo stati dirottati su altri scali , cinque dei quali verso Linate. A  peggiorare le cose il crollo del controsoffitto  situato davanti al gate 6 degli arrivi.

Oggi fonti aeroportuali  fanno sapere che  la situazione  è tornata alla normalità. La Sea, la società che gestisce lo scalo, ha spiegato che il personale si è reso subito conto della gravità di quanto stavo succedendo,  “la zona interessata da segni di infiltrazioni è stata evacuata e quando si è verificato il crollo parziale di un controsoffitto l'area era già stata messa in sicurezza senza alcun rischio per i passeggeri.Tempo terribile  e controsoffitto già danneggiato da infiltrazioni ? Nessuna specifica,  ma fortunatamente tutto è tornato alla normalità come  comunicato.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password