Firenze: Un detenuto ricoverato ha appiccato il fuoco in ospedale ed è fuggito

Incendio doloso questa mattina nell’ospedale di Santa maria Nuova nel centro del capoluogo

pubblicato il 07/05/2015 in Attualità da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

Incendio doloso questa mattina al Servizio psichiatrico di diagnosi e cura dell’ospedale di Santa Maria Nuova dove un detenuto ricoverato ha appiccato il fuoco ad un materasso e, approfittando del marasma seguito al dilagare del fumo, è riuscito a fuggire lasciando l’ospedale.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco e agenti della Squadra mobile. Altri due pazienti anch’essi ricoverati nel reparto di psichiatria sono stati trasferiti in un’altra struttura di accoglienza dei servizi di salute mentale dell’Azienda sanitaria di Firenze essendo divenute inagibili le stanze dell’ospedale nel centro fiorentino. Il pronto intervento prima della squadra antincendio presente sempre all’interno dell’ospedale e poi dei Vigili del fuoco ha consentito di circoscrivere le fiamme che, a un primo esame, non hanno intaccato le strutture murarie e non si sono estese ad altri locali.

Il paziente, fino a pochi giorni fa ospite della struttura di accoglienza psichiatrica Le Querce nelle vicinanze di Sollicciano, era stato ricoverato nel reparto di Santa Maria Nuova per sottoporsi a cure ed accertamenti. Ha appiccato il fuoco una prima volta nel corso della notte, fortunatamente subito circoscritto dalla vigilanza interna che ha anche chiamato sul posto la Polizia, e una seconda volta, con maggior successo intorno alle 9.30. Appena eseguiti gli accertamenti sui danni, che non appaiono a un primo esame consistenti, si conta di ripristinare il reparto nell’arco di pochi giorni. Nel frattempo i ricoveri vengono effettuati nei Servizi psichiatrici di diagnosi e cura (Spdc) dell’Annunziata, di Torregalli e delle Oblate.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password