Milanesi armati di scopa e guanti in strada a pulire

Dopo la guerriglia di ieri una decina di giovani fermati e undici agenti feriti

pubblicato il 02/05/2015 in Attualità da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

Dopo  le violenze di ieri è  stato convocato per questa mattina, dal prefetto Francesco Paolo Tronca, un comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza. Il prefetto dichiara :   "Le Forze di Polizia hanno dimostrato grande professionalità, acume nella gestione e fermezza nella strategia, consentendo che la fase violenta degli scontri venisse contenuta in meno di mezz'ora. In momenti come questi, infatti, bisogna evitare di perdere il controllo della situazione, ma occorre mantenere grande saldezza di posizioni. “ 

Intanto là dove sono stati fatti id anni maggiori   i cittadini milanesi sono scesi in strada armati di  guanti e scope, per  raccogliere vetri e spazzatura, e riposizionare i cestini dei rifiuti. Giuliano Pisapia, ha annunciato che il Comune si costituirà parte civile.

Il questore Luigi Savina fa il punto sulla tattica adottata dai black block  "Hanno tentato di sviarci I manifestanti violenti volevano che li inseguissimo lasciando sguarniti i presidi che impedivano loro di dirigersi verso il centro."

Il ministro dell’interno Alfano è stato contestato e da più parti si sono chieste le sue dimissioni , ma il ministro dopo aver ringraziato le forze dell’ordine  sembra essere soddisfatto di come sono andate le cose , twittando : "La tattica di ordine pubblico adottata a #Milano ha evitato il peggio e la giornata inaugurale di #Expo non è stata macchiata dal sangue."

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password