Ucciso a sprangate in testa mentre dormiva.

Ancona: trovato in camera in una pozza di sangue. Sono in corso le indagini.

pubblicato il 29/12/2014 in Attualità da Veronica Murru
Condividi su:
Veronica Murru

È accaduta una tragedia a Chiaravalle, in provincia di Ancona, lo scorso venerdì notte. Un uomo è stato ucciso barbaramente da un individuo non ancora identificato, che gli ha spaccato il cranio con tre colpi di spranga. I reparti di investigazione di Ancona sono all'opera per scovare l'assassino, ancora a piede libero.

Giancarlo Sartini era un pensionato di 53 anni, alto e sovrappeso, che viveva da solo nell'appartamento dei genitori da tempo deceduti, in via Circovallazione a Chiaravalle, vicino ad Ancona. È stato ucciso nella sua camera da letto, probabilmente da un ladro, mentre dormiva incurante del pericolo. Non si hanno motivi particolari di pensare che l'uomo avesse nemici, fatto sta che qualcuno si è intrufolato in casa sua dalla finestra, lo scorso venerdì notte, e lo ha ucciso nel sonno a sprangate in testa. L'arma del delitto, presumibilmente una spranga o bastone di ferro, non è stata trovata e non ci sono segni di colluttazione, ciò fa presumere che l'uomo non abbia avuto modo di reagire.
A trovare il corpo della vittima, sul letto in una pozza di sangue, è stata la sorella all'alba del giorno seguente. La stanza accanto e la camera da letto è stata trovata sottosopra, ma non si conosce ancora l'entità del furto e se questo sia avvenuto o meno. Il medico legale, che è intervenuto sul posto, è Raffaele Giorgetti, mentre a far aprire l'inchiesta sul caso è stato il pm Paolo Gubinelli che ha affidato le indagini al nucleo operativo dei Carabinieri di Ancona e della Compagnia di Jesi.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password

Video in evidenza