Alluvione in Puglia, la Protezione Civile ancora all'opera nelle zone colpite

ritrovato morto il disperso nella zona di Peschici

pubblicato il 08/09/2014 in Attualità da Daniele Del Casino
Condividi su:
Daniele Del Casino

La macchina dei soccorsi nella penisola del Gargano continua senza un'attimo di tregua il suo  duro lavoro, per portare nuovamente almeno alla normalità con i servizi essenziali i centri maggiormente colpiti dai nubifragi dei giorni scorsi.
Questa mattina, intorno alle dieci, è stato recuperato il corpo senza vita dell'uomo, un pensionato di settanta anni, che era ancora mancante all'appello. I marinai della Capitaneria di Porto lo hanno ritrovato in mare aperto, di fronte alla spiaggia di Peschici dove, a più di un chilometro, era stata individuata la sua auto, insieme alla quale era stato trascinato via dall'esondazione di un vicino canale. La sua morte và tristemente ad aggiungersi a quella di Antonio Facenna, il ragazzo di 24 anni investito anch'esso con la sua auto dalla furia dell'acqua mentre stava tentando di raggiungere la sua masseria e mettere in salvo i suoi animali. Stanno proseguendo le operazioni di soccorso e ripristino nella zone di Peschici, la più colpita dai nubifragi, e Rodi Garganico, con cinque squadre dei Vigili del Fuoco  impegnati con idrovore pesanti insieme ai volontari della Protezione Civile e alle strutture regionali e comunali, che si stanno adoperando, grazie anche alla collaborazione delle Ferrovie dello Stato per soccorrere e facilitare il rientro per i numerosi turisti, tra cui una decina di stranieri, che soggiornavano nei campeggi colpiti dalla devastazione e che hanno perso quasi tutto. Intervenuto anche l'esercito, con gli uomini e i mezzi dell'11° Genio Guastatori in seno alla Brigata “Pinerolo” arrivati da Foggia con macchine movimento terra che stanno operando insieme ai 29 mezzi messi in campo dall'Anas per il ripristino dei collegamenti viari devastati e l'assistenza alla popolazione. Intanto, dopo la visita del Prefetto Franco Gabrielli, capo della Protezione Civile Nazionale, sul Gargano sono arrivati anche il ministro dell'Ambiente Gianluca Galletti e il presidente della Regione Nichi Vendola.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password