I favolosi cieli di settembre: di nuovo la super Luna

Fuori i binocoli anche per le stelle cadenti e comete dei prossimi giorni.

pubblicato il 01/09/2014 in Attualità da Veronica Murru
Condividi su:
Veronica Murru

Le notti di settembre regaleranno emozioni incredibili agli amanti dell'astronomia. Torna la super Luna e, nei cieli sgombri di nuvole con i telescopi o i binocoli, si potranno ammirare stelle cadenti, comete e pianeti.

Sono due gli appuntamenti da non perdere. Il primo è quello del 6 settembre con il “Moonwatch party”, una sorta di festa astrale internazionale, che come ricorda l'Unione Astrofili Italiani, vuole anche spronare tutti ad alzare gli occhi al cielo più spesso per osservare le meraviglie che ci circondano. 
Il secondo è l' 8 settembre con il ritorno della “super Luna”, che anche in questo mese si troverà alla sua minima distanza dalla Terra, concedendoci una magica atmosfera. Si sa infatti che la Luna per gli uomini ha sempre avuto il suo fascino. Tante poesie, quadri, canzoni le sono stati dedicati da artisti di tutto il mondo e di tutte le epoche, ispirati dal corpo astrale che osservavano proprio sopra le loro teste, da sembrare loro così vicina ma irrimediabilmente lontana allo stesso tempo. Tante anche le leggende dal sapore intrigante e mistico che vanno al di la dei concetti puramente astronomici, come quella della magia che sprigionerebbe sugli amanti nelle notti di piena.
Tornando all'astronomia più razionale, c'è attesa anche per le tre comete, c/2013 v5 Oukaimaden, la quale lascerà il posto in poco tempo alla “sorella” c/2012 k1 Panstarrs, quest'ultima più brillante solo nel mese di ottobre. La cometa c/2014 e2 Jacques invece apparirà alta all'orizzonte soprattutto nelle prime ore di buio. Se quest'anno le nuvole del X agosto non hanno consentito di scrutare i cieli in cerca di stelle cadenti, si potrà fare nei primi dieci giorni di settembre, ottime e ultime occasioni anche per vedere i pianeti di Marte e Saturno. Confidando in condizioni atmosferiche buone di trasparenza, spostandosi fuori dalle città e dall'inquinamento luminoso, magari nelle spiagge con o senza binocoli, si potranno osservare dalle 10 alle 20 stelle cadenti in un'ora.
“Il cielo stellato sopra di me e la legge morale dentro di me” così recitava Kant nei suoi pensieri filosofici della “Ragion Pura”. E come per il proprio “io” che si dovrebbe esplorare attraverso la conoscenza, come se fosse lontano anni luce, così per il cielo coperto di stelle, ci si dovrebbe soffermare ad osservarlo, scrutandolo come in passato nelle notti più buie che mai.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password