Killer a Roma: uccide e decapita una donna ma poi viene colpito dalla Polizia mentre tenta la fuga con la propria auto

pubblicato il 24/08/2014 in Attualità da Lucia Di Candilo
Condividi su:
Lucia Di Candilo

Stamattina momenti di terrore in una villa immersa nel verde dell'Eur, a Roma, dove un uomo, armato di coltello ha ucciso una donna, forse dopo un tentativo di stupro. L'uomo ha poi decapitato il cadavere tentando di farlo sparire ma i vicini, insospettiti dalle urla lanciate dalla vittima poco prima di essere uccisa hanno chiamato la Polizia. Le forza
dell'ordine, intervenute immediatamente, sono entrate in azione e nel tentativo di fermare l'uomo, che stava tentndo di fuggire a bordo della sua auto, lo hanno colpito. Inutile l'intervento del 118, il killer è morto mentre veniva trasportato in ospedale.

La vittima è una donna ucraina di 38 anni, si chiamava Oksana Martseniuk e lavorava come colf nella villa in via Birmania.

Il killer, Federico Leonelli, 35 anni, era un amico dei proprietari della villa e, da circa un paio di mesi, era ospite nell'abitazione. L'uomo era vestito come una specie di personaggio horror: indossava una mascera da giardiniere e un paio di occhiali da sole.

Ora gli investigatori stanno indagando sui rapporti tra il killer e la vittima: dalla prima ricostruzione pare che l'uomo prima di commettere l'omicidio avrebbe tentato di stuprare la donna, evidentemente sotrattasi alla violenza. Inoltre, per ora, gli agenti escludono una relazione pregressa tra l'uomo e la vittima.
   

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password

Video in evidenza