Sardegna: salva il figlio in mare e poi muore

Finanziere di Cagliari padre-eroe. Il bambino è fuori pericolo

pubblicato il 27/07/2014 in Attualità da Veronica Murru
Condividi su:
Veronica Murru

Doveva essere un sabato tranquillo in spiaggia, invece si è trasformato in un incubo per un finanziere di Cagliari. Le onde del mare hanno trascinato lo sfortunato uomo lontano dalla riva mentre cercava di salvare suo figlio. Lutto a San Basilio, in provincia di Cagliari, dove viveva con la sua famiglia.

Giancarlo Rosas, militare delle Fiamme gialle, era con la famiglia nella spiaggia di Colostrai, sul litorale di Muravera, sabato pomeriggio.
Riposava sotto l'ombrellone con la moglie e il figlio di 3 anni, in quella che doveva essere una giornata di relax dopo una settimana di lavoro. L'altro suo figlio di 10 anni giocava, invece, in riva al mare, mentre un'onda lo ha inghiottito trascinandolo a largo. Senza pensarci su, il finanziere Rosas si è buttato in acqua per salvare il figlio, pur non sapendo nuotare. Il mare, mosso dal forte maestrale, non ha lasciato scampo al padre-eroe che, soccorso da alcuni bagnanti, non è riuscito comunque a salvarsi.
Sul posto sono arrivate le Ambulanze del 118 e i Carabinieri che hanno dichiarato il decesso dell'uomo appena dopo le 14:00. La tragedia ha provocato un malore alla moglie disperata, la quale ha visto morire davanti ai suoi occhi il marito. Il figlio è stato trasportato all'Ospedale di Muravera e poi trasferito  presso il Microcitemico di Cagliari per sindrome di annegamento. Ora è fuori pericolo, la prognosi resta comunque riservata.
Commossi dal terribile incidente, i colleghi del gruppo Gdf del comando di Cagliari sono vicini alla famiglia in questo momento di lutto.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password