Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Lo stalking non è accettabile

Spiano ogni spostamento della propria vittima senza il minimo pudore

Condividi su:

Ricevere regali, telefonate, messaggi e altro, sono delle cose gradite almeno dalla maggior parte delle persone a meno che, questi non assumano un carattere maniacale. Stalking ecco di cosa si tratta. Fenomeno che sta prendendo sempre più piede nei vari paesi. Chi si trova a combattere ogni giorni con questi disturbatori assillanti e con evidenti problemi psicopatologici, vede improvvisamente trasformare il proprio modo di vivere. Gli stalkers osservano, perseguitano e pedinano la propria vittima, rendendo loro invalidanti le normali attività, perché la persona deve fare i conti con paure e ansie provocate da questi. Si sentono spiati e riconoscono di non avere più la propria privacy, perché questa gli viene rubata dai molestatori.  Questi atti persecutori, sono caratterizzati da un’intensità e frequenza che raggiungono dei livelli insopportabili per qualsiasi persona che ne deve subire le conseguenze. Spesso lo stalker può essere un uomo o una donna che non accettano, l’idea di essere stati lasciati, altre volte si tratta di amici, che attuano questi comportamenti malsani per vendicarsi di un torto da loro subito. Iniziano a punire l’altro con telefonate, sms e scritte ecc. per turbare l’equilibrio psicologico dei poveri malcapitati. Atti vendicatori vengono loro attuati senza la minima pietà. Altre volte, invece, lo stalker può essere un perfetto sconosciuto che magari si è incontrato per caso e che istantaneamente si è creato dei film mentali sull’altro o altra e, quindi vuole iniziare una relazione sentimentale. Per qualsiasi persona sana di mente tutto questo non è ovviamente plausibile. L’idea di essere controllati, non piace a nessuno, specialmente se poi questo controllo proviene da persone che hanno dei gravi e seri problemi mentali. La vittima dello stalker si sente turbata dal punto di vista psicologico, perché ogni passo e ogni minimo spostamento, viene seguito scrupolosamente, senza dare nessuna tregua alle vittime che iniziano a proteggersi da questa situazione isolandosi o temendo di uscire di casa per evitare di subire delle violenze da questi. Appostamenti sotto le abitazioni delle loro vittime, senza provare il minimo pudore e timore nell’essere visti. Tutto questo non si può e non si deve accettare, la libertà è una cosa importantissima alla quale non si deve rinunciare nemmeno per un attimo. Denunciare il fatto per dire basta a questi molestatori patologici, che pare proprio non avere capito niente di cosa vuol dire amore, amicizia, o relazionarsi con gli altri, rispettando sempre e tassativamente gli spazi e la libertà. Per creare un rapporto con le persone bisogna chiedere il permesso e non agire come un ladro, che vuole scassinare la porta di casa e rovinare quello che trova. Ribellarsi a tutto questo ecco la strategia migliore visto che, lo stalker se ne frega di voi, ma pensa solo ed esclusivamente ai propri bisogni patologici e ossessivi. Non temete di denunciare il fatto, perché solo così potrete dire che non accettate e tollerate questi comportamenti.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook