Crisi pericolosa per la nostra salute mentale

Depressione, tumori maligni, Alzheimer: peggiorano con l'avanzare della crisi

pubblicato il 10/07/2014 in Attualità da Lucia Di Candilo
Condividi su:
Lucia Di Candilo

Gli italiani stanno bene fisicamente ma la loro salute mentale risente della crisi. Lo rileva un’indagine dell’Istat “Tutela della salute e accesso alle cure” presentata a Roma. “La depressione è il problema mentale più diffuso e riguarda 2,6 milioni di persone (4,4% della popolazione) che colpisce, nella stragrande maggioranza, donne di ogni età. Secondo i dati che emergono dal documento, l’indice che definisce la salute mentale è sceso di 1,6 punti nel 2013 rispetto al 2005. Per quanto riguarda, invece, la salute fisica, i dati riportatati sono sostanzialmente stabili con il 7,3% di persone sopra i 14 anni che dichiara di stare male o molto male. “Rimangono invariate -secondo l’indagine- le disuguaglianze sociale nella salute, nei comportamenti non salutari, nelle limitazioni all’accesso ai servizi sanitari. Permane lo svantaggio del Mezzogiorno rispetto a tutte le dimensioni considerate”. Di solito le cause più diffuse che portano alla depressione possono essere: la consapevolezza di avere una grave malattia, eventi dolorosi, le numerose difficoltà economiche oppure la perdita del lavoro.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password