Ha una colluttazione con i carabinieri: muore a 29 anni

È successo a Crosia, nel Cosentino

pubblicato il 24/05/2014 in Attualità da a cura della redazione
Condividi su:
a cura della redazione
Immagine di repertorio

Un giovane di 29 anni, Vincenzo Sapia, è morto oggi nel corso di una colluttazione con due carabinieri intervenuti per calmarlo dopo che aveva dato in escandescenze. Il fatto è accaduto nella frazione Mirto di Crosia, in provincia di Cosenza.

Secondo i primi rilievi del medico legale la morte potrebbe essere sopraggiunta per un infarto fatale. Il pm della Procura di Castrovillari ha disposto intanto l'autopsia.

Le prime testimonianze raccontano del giovane che ha sfondato il portoncino dell'ufficio postale dicendo che stava cercando il proprio cane. Alcuni passanti avrebbero chiamato i carabinieri. Quando i due militari sono arrivati hanno iniziato a parlare con Sapia che sembrava tranquillo. Improvvisamente, però, si sarebbe denudato e avrebbe aggredito al collo uno dei due agenti. Durante la colluttazione, nella quale è intervenuto anche l'altro carabinieri, il 29enne si è accasciato a terra senza vita; i medici del 118 hanno provato a rianimarlo con un defibrillatore, ma il tentativo è stato vano.

L'Arma provinciale pare abbia assicurato che sul caso ci sarà la massima trasparenza.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password