Lavoro nero, per il ministro Giovannini serve un miglior coordinamento sul territorio

A giorni sarà riunito il comitato di coordinamento con Guardia di finanza e Carabinieri

pubblicato il 11/06/2013 in Attualità da a cura della redazione
Condividi su:
a cura della redazione

"Non c'è nessun piano straordinario, c'è bisogno di far funzionare meglio quello che esiste e serve un miglior coordinamento sul territorio": è quanto ha affermato il ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, conversando con i giornalisti in occasione della presentazione del rapporto di Cgil e Save the Children sul lavoro minorile.

Giovannini ha inoltre annunciato che nei prossimi giorni riunirà il comitato di coordinamento per la lotta al lavoro nero al quale partecipano la Guardia di finanza e i Carabinieri, che hanno uno nucluo di 1.000 uomini alle dipendenze del ministero del Lavoro. il ministro Giovannini ha fatto poi presente che "la lotta al lavoro nero o è una lotta di tutti, pur nella difficoltà del momento, o non si va da nessuna parte".

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password