Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Tuturano, liberati barbagianni nel bosco Santa Teresa e dei Lucci

Ne da notizia il sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi. Gli esemplari sono stati recuperati 20 giorni fa dal centro faunistico in quanto in pericolo, nel pomeriggio di oggi sono stati liberati.

Condividi su:

Quattro esemplari di barbagianni sono stati liberati nel pomeriggio odierno presso il bosco Santa Teresa e dei Lucci a Tuturano, frazione del comune di Brindisi. La notizia è stata data sulla pagina ufficiale Facebook dal sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, che ha assistito personalmente alla liberazione degli esemplari. Si trattava di volatili che erano in pericolo e che 20 giorni fa sono stati recuperati dal centro fauna selvatica, struttura molto importante per la città di Brindisi e per l'intera provincia. La liberazione degli esemplari è stata coordinata dalla dottoressa Paola Pino d'Astore. "Dopo 20 giorni ritornano liberi nell'area protetta dei boschi di Santa Teresa e dei Lucci a Tuturano. Il lavoro del centro fantaustico è di grande importanza per il nostro territorio. Buona Vita!" - così ha dichiarato il sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, scrivendo il post sui suoi profili social. 

Il territorio di Tuturano, come è risaputo, è rcioperto da numerose macchie boschive e all'interno dell'area del Bosco Santa Teresa e dei Lucci, un Sito di Interesse Comunitario, ricade anche il Parco Colemi, che si trova appena fuori dal centro abitato. Il bosco di Santa Teresa e quello dei Lucci si trovano invece sulla direttrice Mesagne-Tuturano. Si tratta di aree naturalistiche molto importanti per la città di Brindisi e per lo stesso territorio tuturanese, dove numerosa è la presenza di fauna selvatica e flora tra le più caratteristiche della zona.

Condividi su:

Seguici su Facebook