Abbraccio caloroso tra Papa Francesco e Benedetto XVI

Nominati anche i cardinali: in tutto 218

pubblicato il 22/02/2014 in Attualità da Angela Menna
Condividi su:
Angela Menna

Prima della celebrazione nel corso della quale Bergoglio ha creato 19 nuovi cardinali, Papa Francesco e Benedetto XVI si sono abbracciati nella basilica di San Pietro. Ratzinger, poco prima dell’inizio della cerimonia, si è tolto la papalina dal capo ed è andato incontro a l suo successore, stringendolo affettuosamente. A inizio della cerimonia il Segretario di Stato Vaticano, Pietro Parolin, ha rivolto un saluto a Benedetto XVI tra gli applausi dei cardinali presenti. Da oggi, i cardinali sono 218: due creati da Paolo VI, 116 da Giovanni Paolo II, 81 da Benedetto XVI e 19 creati da Francesco. I non-elettori ultraottantenni sono 96. I 19 nuovi porporati provengono da quindici Paesi: otto dall’Europa, cinque dall’Italia, tre dal resto dell’Europa (Germania, Gran Bretagna e Spagna), quattro dall’America settentrionale e centrale (Canada, Nicaragua, Haiti e Antille), tre dall’America meridionale (Cile, Brasile, Argentina), due dall’Africa (Costa d’Avorio e Burkina Faso) e due dall’Asia (Corea e Filippine). Papa Francesco ha assegnato al proprio successore quale arcivescovo di Buenos Aires, il cardinale Mario Aurelio Poli, anche il proprio titolo cardinalizio: la parrocchia di San Roberto Bellarmino, nel quartiere Parioli di Roma. «La Chiesa ha bisogno del vostro coraggio, per annunciare il Vangelo in ogni occasione opportuna e non opportuna e per dare testimonianza alla verità. Essa necessita della vostra preghiera, per il buon cammino del gregge di Cristo, la preghiera che, con l’annuncio della Parola, è il primo compito del Vescovo. La Chiesa ha bisogno della vostra compassione, soprattutto in questo momento di dolore e sofferenza in tanti Paesi del mondo».

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password